header-area-background-wrapper
Menu
site-banner
center-left-menu

Guarda il video

Video di 1 min.
center-right-menu

Gli obiettivi di ulteriore crescita di Mauritius nel 2017

6 July 2017
In un discorso dell'8 giugno di Pravind Jugnauth, che funge sia da primo ministro, sia da ministro delle finanze, Mauritius ha presentato il suo bilancio per il 2017/18. Il ministro ha segnalato la crescita economica degli ultimi 12 mesi e ha previsto la prosecuzione di questa tendenza, con la riduzione del deficit fiscale. L'anno scorso ha portato un tasso di crescita del 3,9%, passando dal 3,2% del 2015/16, e Jugnauth ha previsto che quest'anno aumenterà al 4,1%. Inoltre, per l'anno passato ha riportato un calo del 7,3% della disoccupazione e l'inflazione all'1%, mentre il 5,7% di incremento degli investimenti privati è stato il primo anno di crescita positivo dal 2012.
 
Il figlio di Sir Anerood Jugnauth, tre volte primo ministro ed ex presidente, ha inoltre previsto che il disavanzo fiscale scenda al 3,2% del prodotto interno lordo (PIL), passando dal 3,5% del 2016/17. Presentando i suoi piani per il prossimo anno, ha detto: "Non dobbiamo riposare sugli allori". Il primo ministro ha annunciato l'obiettivo di rendere Mauritius un paese ad alto reddito entro il 2023, che nel 2015 la Banca Mondiale definisce come reddito pro capite superiore a 12.475 USD. Attualmente i mauriti attualmente guadagnano 9.740 dollari e Jugnauth ha stabilito l'obiettivo di 13.600 dollari entro il 2023.
 
www.africanlawbusiness.com

Iscriviti alla nostra Newsletter

Condividi su: