header-area-background-wrapper
Menu
site-banner
center-left-menu

Guarda il video

Video di 1 min.
center-right-menu

Hong Kong conferma numeri record per le imprese lo scorso anno

13 November 2016
Hong Kong ha rilevato una crescita del volume d'affari con le imprese estere e con start-up operanti in vari settori, secondo quando riferito da Invest Hong Kong. I risultati di due indagini, completate annualmente da InvestHK e dal Dipartimento del Censimento e delle Statistiche, dimostrano che ci sono 7.986 imprese estere ad Hong Kong, contro le 7.904 di un anno fa. Di queste, 1.379 aziende operano come quartier generale regionale, 2.352 come uffici regionali, e 4.255 come uffici locali.
 
Il numero di persone impiegate da società estere e nazionali (435.000) è aumentato del tre per cento, partendo dalle 422.000 unità impiegate nel 2015. La maggior parte delle aziende proviene dal Giappone (1.376), seguite dagli Stati Uniti (1.353) e dalla Cina continentale (1.123). InvestHK ha anche annunciato i risultati della sua indagine, relativa al 2016, in merito alle start-up. Ci sono un totale di 1.926 start-up ad Hong Kong, con un sostanziale aumento del 24 per cento rispetto alle 1.558 del 2015.
 
Nonostante Hong Kong non abbia fornito agevolazioni fiscali specifiche per le start-up, InvestHK ha istituito nel 2014 un team dedicato per aiutare tali imprese. Nonostante l'aliquota fiscale sui profitti ad Hong Kong sia rimasta al 16,5 per cento, in un periodo in cui le aliquote fiscali globali per le imprese sono calate, è stato sottolineato che, a differenza di molte altre giurisdizioni, ad Hong Kong non ci sono tasse su plusvalenze, ritenute alla fonte, imposte di vendita o di valore aggiunto o sul patrimonio. Inoltre, sulle società che trattengono i guadagni piuttosto che distribuirli non è prevista alcuna imposta. Si ritiene che l'incentivo principale che ha indotto le aziende a stabilirsi ad Hong Kong sia stato il suo regime fiscale basso, stabile e semplice in tutti i settori e per tutte le dimensioni aziendali.
 
Tuttavia, recentemente, nel tentativo di attirare le imprese in settori specifici, il governo ha introdotto una tassa agevolata sul profitto dell'8,25 per cento per i centri di tesoreria aziendale ed, inoltre, ha migliorato la regola sulla deduzione degli interessi finanziari intra-gruppo. Inoltre, per rafforzare l'obiettivo di Hong Kong di diventare un centro per i venture capital e per il private equity in Asia, un'esenzione fiscale per i fondi offshore è stata estesa a fondi di private equity per quanto riguarda i profitti ottenuti attraverso la cessione delle società in portafoglio acquisite al di fuori di Hong Kong.
 
www.lowtax.net

Iscriviti alla nostra Newsletter

Condividi su: